Ordine e Raiola - Twitter
Serie A

Ordine: "Dybala e C. E' finita la pacchia per i furbetti parametri zero: la moda inaugurata da Raiola e Donnarumma crea dei grattacapo"

Le parole del giornalista ne ilGiornale.it riguardo due tendenze emerse in questo mercato: i problemi dei parametri zero e l'italianismo nella rosa del Monza

07.07.2022 22:26

Franco Ordine ha scritto un articolo per ilGiornale.it intitolato Dybala & C. Pacchia finita per i furbetti "parametri zero" dove analizza due interessanti tendenze emerse in questi primi giorni di calcio-mercato post covid. Ecco le sue dichiarazioni sul comportamento di giocatori, procuratori e familiari per i rinnovi di contratto nel mondo del calcio:

"Ci sono due interessanti tendenze emerse in questi primi giorni di calcio-mercato post covid da analizzare con cura. Raccontano della realtà economico-finanziaria modificata nel calcio italiano e non solo. La prima riguarda la moda, inaugurata da Raiola con Donnarumma che rischiò grosso per l'avvicendamento Paratici-Cherubini in casa Juve, di portare a scadenza di contratto i propri assistiti così da ricavare un doppio lauto guadagno: il bonus alla firma più lo stipendio per l'atleta e la commissione ricca per l'agente.

Se nell'elenco dei calciatori di rango a fine contratto 2022 figurano top del calibro di Dybala oppure Belotti o ancora Bernardeschi, altro campione d'Europa in carica, beh allora bisogna guardare al fenomeno con maggiore attenzione. E stabilire con qualche soddisfazione che la pacchia è finita. Inoltre si può anche aggiungere che la moda - proprio Dybala e Belotti ne sono gli esponenti di punta oltre a Icardi assistito dalla moglie Wanda Nara - di passare da un procuratore di professione a un familiare per riportare a casa le commissioni e così aumentare il bottino, può procurare qualche grattacapo. Basta, come esempio didascalico, dare un'occhiata alla trattativa sconclusionata di Antun condotta negli ultimi mesi tra Juve prima e Inter adesso.

La seconda tendenza è quella scandita dagli acquisti del Monza che continua a collezionare calciatori italiani uno dopo l'altro: ha cominciato con Ranocchia, ieri ha iscritto nella lista anche Birindelli del Pisa, a dimostrazione che dietro questa svolta c'è una vera e propria strategia che fa riferimento al prossimo mondiale.

Molte squadre infatti, specie quelle che schierano le prime linee di nazionali straniere quotate, riceveranno a gennaio i loro campioni stressati dal torneo e probabilmente con la necessità di smaltire la stanchezza accumulata o eventuali infortuni (toccare ferro è consigliato, ndr). Chi avrà una rosa italianissima potrà sprintare da gennaio fino a maggio inoltrato quando comincerà la seconda, decisiva parte del campionato".

LEGGI ANCHE: Amichevoli Milan 2022: orari e date degli impegni estivi dei rossoneri

Cassano: "Sapete cosa mi dicevano le donne? Il calcio fa miracoli"
Classifica Flop Calciatori dell’era Agnelli: tanti i milioni di euro buttati per la Juventus