Non sembrano placarsi gli strascischi che hanno interessato la partita che é andata in scena alla Bluenergy Arena lo scorso 20 gennaio. Durante l'incontro l'estremo difensore rossonero era stato fatto oggetto di insulti razzisti da parte dei tifosi dell'Udinese, decidendo di rivolgersi all'arbitro che aveva fatto sospendere momentaneamente la partita. Oltre alla squalifica della curva, era arrivata una proposta di cittadinanza onoraria per lui.

Milan, proposta di cittadinanza per Maignan

Dopo il brutto episodio a proporre di offrire la cittadinanza onoraria della città di Udine al portiere francese del Milan Mike Maignan, era stato il sindaco Alberto Felice De Toni attraverso i propri canali social: 

La nostra è una città di tutti: Udine non è razzista e ha una lunga storia di accoglienza. Per questo ho invitato personalmente Maignan a Udine per realizzare insieme delle iniziative concrete dedicate ai più giovani, con il supporto di Fondazione Milan. Proporrò al consiglio comunale di conferirgli in quell’occasione anche la cittadinanza onoraria. Sono rimasto profondamente ferito per quello che è accaduto ieri e proprio per questo voglio esprimere la solidarietà di Udine, dei friulani e dei tifosi dell’Udinese che non si sentono rappresentati da quello che è accaduto ieri

Milan, cittadinanza negata a Maignan

Mike Maignan
Maignan da indicazoni

La proposta avanzata dal sindaco di Udine De Toni per la cittadinanza onoraria a Maignan del Milan, però é stata rifiutata. Alla base della motivazione c'è la mancanza di voti necessari ad approvare la nozione, poiché serviva la maggioranza dei tre quarti dei consiglieri. Da registrare la presenza del deputato meloniano Giovanni Govetto che indossava una maglia dell'Udinese

LEGGI ANCHE:  Milan, chiesto Demiral all'Al-Ahli: ecco i suoi numeri stagionali

 

 

La classifica delle squadre italiane più vincenti in Europa: Juventus davanti all'Inter
Roma, sbancato l'Arechi: Salernitana ko grazie a Dybala e Pellegrini

💬 Commenti