Chirico e Allegri - Twitter
Serie A

Chirico attacca: "In Italia solo odio e invidia contro la Juventus. Sperano che venga disintegrata..."

In un articolo sul sito ilbianconero.com, Marcello Chirico ha lanciato un duro attacco nei confronti dei detrattori della Juventus

Giuseppe Biscotti
01.07.2022 12:02

La Juventus è la squadra più tifata in Italia ma allo stesso quella più antipatica agli altri sostenitori. Marcello Chirico ha fatto una disamina sui continui attacchi al club in un articolo sul sito IlBianconero

“La stessa, identica cosa, è capitata per il caso Suarez, quello dell’esame tarocco fatto sostenere al giocatore uruguagio presso l’Università per stranieri di Perugia in modo da consentire poi alla Juventus di tesserarlo come comunitario nelle proprie liste (cosa, però, mai avvenuta). Il procuratore capo Cantone e il pm Albritti hanno chiesto al Gup di rinviare a giudizio tutti i docenti dell’Ateneo implicati, ma di prosciogliere l’avvocato della Juventus, Maria Turco, in quanto le prove a suo carico sono risultate “contraddittorie e poco chiare”. La legale era stata accusata di essere stata “concorrente morale e istigatrice” dell’esame-farsa, accuse però che agli inquirenti non è stato possibile confermare”. 

LEGGI ANCHE: Scanzi attacca Briatore: "Pover'uomo, spara belinate a raffica. I pizzaioli veri lo hanno sfan**lato"

Ricordo bene cosa dissero e scrissero i media, nel 2020, quando si scoprì la truffa tramite alcune intercettazioni, e poi ancora, nel 2021, appena partirono gli avvisi di garanzia: si andava da pesanti multe e squalifiche a società e dirigenti bianconeri, fino ad ipotizzare un nuova retrocessione in cadetteria della Juventus.

LEGGI ANCHE: Scanzi distrugge Calhanoglu: "Il tuo rosicare ci fa godere. Uomo irricevibile, mille di queste sconfitte ciabattaro"

Quando pochi giorni fa la Procura perugina ha reso noto il proscioglimento della Turco, la notizia è passata quasi inosservata. Una breve o poco di più, se non addirittura nulla. Come per la Boschi. Una donna bella e intelligente, che fa però politica nel partito di Matteo Renzi, che a tanti non sta simpatico, e allora a cascata non stanno simpatici nemmeno quelli che ci lavorano  assieme. La Boschi è finita così nel tritacarne, per invidia, livore e per pura scelta editoriale di testate che parteggiano per altre aree politiche, senza avere nemmeno la soddisfazione di sentirsi fare le dovute scuse quando il padre è stato assolto".

LEGGI ANCHE: Scanzi distrugge Donnarumma: "Arrogante maleducato. Colleziona papere, parla l'italiano in maniera straziante e ..."

La Juventus è nella medesima situazione: è un club importante, vincente, di proprietà di una famiglia illustre e potente, come tale accusata delle peggiori nefandezze, così come la squadra di loro proprietà. Alla maggioranza degli italiani la Juve non piace, la invidiano e al tempo stesso la odiano, e se finisce dentro un’inchiesta giudiziaria sperano venga pesantemente penalizzata, meglio ancora se disintegrata. Lo desidererebbe l’uomo della strada, ma anche il giornalista di qualche redazione dove si tifa per altre squadre e, probabilmente, si prova fastidio a scrivere un pezzo nel quale dover ammettere che la Juventus era innocente".

Cassano: "Sapete cosa mi dicevano le donne? Il calcio fa miracoli"
Caressa “demolisce” lo Stadio Barbera: “Servizi igienici pietosi, spero che all’estero non vedano nulla”