Non ci si aspettava certo una serata così “fredda” al Bluenergy Stadium dove un episodio riprovevole ha messo in moto un vero e proprio “circo mediatico” sull'episodio cori razzisti diretti al numero 1 del diavolo. 

I fatti

E' il 26' del match tra Udinese e Milan . Ad un tratto  Mike Maignan si allontana dalla porta e corre verso Stefano Pioli e il quarto uomo. Dopo una breve discussione rientra in porta ma poco dopo chiede di nuovo all'arbitro Maresca di intervenire per degli insulti razzisti che piovono, a sua detta, dalla curva dei tifosi dell'Udinese. Il gioco si ferma "È già la seconda volta" avrebbe detto il numero uno rossonero. Il direttore di gara, in contatto con il quarto uomo e il delegato della Lega, chiede quindi di diramare agli altoparlanti l'annuncio in cui si sottolinea fermamente il divieto di scandire cori razzisti o di discriminazione territoriale. 

Il gioco riprende e al 31' sotto una pioggia  di fischi della curva nord che sottolinea tutto il disappunto ogni volta che il numero 1 rossonero tocca palla come ribadito anche nella ricostruzione dei fatti di SkySport. Le scene si ripropongono per qualche minuto poi la partita proseguirà normalmente.  

Nel frattempo anche Gerard Deulofeu, è intervenuto sull'accaduto e in mattinata ha pubblicato un messaggio sul proprio profilo Instagram: "Questo stadio e questa meravigliosa tifoseria non c'entrano nulla con gli episodi razzisti di ieri. Siamo un club con dei valori, rispettato in tutta Italia, in tutta Europa e in tutto il mondo. E così continuerà a essere".

Ma ecco il comunicato stampa della società Udinese calcio duramato poco fa

Udinese Calcio è profondamente dispiaciuta e condanna ogni atto di razzismo e violenza. Riaffermiamo la nostra avversione a qualsiasi forma di discriminazione ed esprimiamo la nostra profonda solidarietà al giocatore del Milan Mike Maignan alla luce del deplorevole episodio avvenuto sabato nel nostro stadio.

Maignan oggetto di cori razzisti ieri a Udine
Maignan- Milan 

L’Udinese collaborerà con tutte le autorità inquirenti per garantire l’immediato chiarimento dell’accaduto, con l’obiettivo di adottare ogni misura necessaria per punire i responsabili.

Come Club, continueremo a lavorare diligentemente, come abbiamo sempre fatto, per promuovere la diversità e l’integrazione di tutte le etnie, culture e lingue tra i nostri giocatori, lo staff, la città ed una tifoseria che ha sempre dimostrato correttezza.

Udinese Calcio deeply regrets and condemns every act of racism and violence. We reaffirm our aversion to any form of discrimination and express our profound solidarity with the AC Milan player Mike Maignan in light of Saturday’s deplorable incident at our stadium.

Udinese will collaborate with all investigating authorities to ensure immediate clarification of the incident, with the aim of taking any necessary measures to punish those responsible.

As an institution, we will continue to work diligently, as we always have, to promote diversity and integration of all ethnicities, cultures and languages among our players, staff, fan base and city.

fonte: Udinese.it

leggi anche: https://www.ilpallonegonfiato.it/news/181648395782/udinese-milan-cori-razzisti-contro-maignan-il-gioco-si-ferma-e-i-rossoneri-lasciano-il-campo

 

Errori arbitrali Serie A, come cambierebbe la classifica: Inter la più favorita, Milan a -3!
Cristiano Ronaldo: "Il Pallone d'Oro ha perso credibilità"

💬 Commenti