Il finale di campionato che attende l'Udinese è più infuocato che mai, visto che la squadra bianconera dovrà cercare di allontanarsi il più possibile dalla zona salvezza. Lazar Samardzic, uno dei protagonisti dell'Udinese degli ultimi anni, ha rilasciato delle dichiarazioni in un'intervista concessa a Repubblica. Il giocatore dell'Udinese ha parlato del mancato passaggio all'Inter e sulle trattative con Napoli e Juventus, fino a parlare della Champions League. Vediamo le sue dichiarazioni.

Le parole di Samardzic

Simone Inzaghi
Simone Inzaghi dà indicazioni

Queste le parole di Samardzic:

“La città è piccola e tutti ti lasciano in pace. L'Udinese è un club moderno, ha granfi ambizioni e qui puoi crescere tanto. Dopo il Lipsia ho parlato con i miei agenti ed ho scelto l'Udinese: posso fare bene con la mia qualità qui in Italia, dato che si gioca un bel calcio. Sulla lotta per la salvezza posso dire che c'è tanta differenza, hai sempre pressione ed un po' di paura ma è normale quando sei in basso. Vogliamo tornare su. Mio padre sa come funziona il mondo del calcio, quindi segue le trattative. Per qualcuno forse è meglio affidarsi ad un professionista ma io mi sento molto bene con mio padre e ho deciso questa cosa. La scelta è stata mia, non sua.”

Samardzic sull'Inter

“Ero molto vicino all'Inter, poi è successo qualche cosa ma niente di grave. Non ero così vicino al Napoli come si diceva. Sulla Juventus non so niente, il mio sogno è giocare in Champions League e vincere tutto quello che posso. L'Inter è l'unica squadra che mi ha stupito, troppo forti. Hanno vinto 4-0 contro di noi ed è difficilissimo affrontarli. Mi piacciono i loro centrocampisti, conosco bene Calhanoglu ed è quello che preferisco.”

LEGGI ANCHE: Udinese, Balzaretti: "Juventus su Samardzic. Sulla cessione di Pafundi..."

 

 

Ravezzani: "Zhang? Nullatenente, viaggia su auto a noleggio. Se fossi un tifoso dell'Inter..."
La Juventus forza la mano con Chiesa: i motivi dietro l'accelerazione sul rinnovo

💬 Commenti