Bremer esulta dopo il gol alla Sampdoria (ph. Image Sport)
Serie A

Rabiot fa sorridere Allegri: doppietta allo Juventus Stadium nel 4-2 che piega la Sampdoria

Ci pensa Adrien Rabiot a risolvere la partita della Juventus. La sua doppietta vale tre punti pesantissimi contro la Sampdoria

Carmine Buonanno
12.03.2023 22:49

L'eroe di serata nel posticipo dello Juventus Stadium è Adrien Rabiot, che con la sua doppietta permette di portare a casa una vittoria importantissima in chiave Europa League nel 4-2 inflitto alla Sampdoria.  La formazione di Allegri non perde tempo e dopo una occasione sfiorata dalla Sampdoria con Gabbiadini che non arriva sul pallone, passa subito in vantaggio: é Bremer all'11' ad incornarla di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo e a trafiggere Turk. Al 26' Miretti ripaga la fiducia del tecnico livornese nel schierarlo dall'inizio e serve a Rabiot il cross, che il francese piazza sotto la traversa per il raddoppio della Juventus. I blucerchiati però sono tutt'altro che arrendevoli e in 60 secondi tra il 31' e il 32, rimettono la gara in parità: Augello firma il 2-1 e Djuricic finalizza alla perfezione il passaggio di Zanoli realizzando il 2-2.

Nella ripresa i bianconeri hanno battuto tanti corner, che però non hanno portato a replicare il risultato ottenuto nella prima frazione con la rete di Bremer che era falsa il momentaneo vantaggio. Il pressing però ha funzionato perché la palla arriva a Rabiot dopo una azione d'attacco, che dal limite dell'area trova il tiro che batte l'estremo difensore Turk e vale sia la doppietta per il francese che il 3-2 della Juventus al 66'. Passano due minuti e arriva anche la possibilità di realizzare il quarto gol, per un fallo da rigore di Augello ma Vlahovic colpisce il legno della porta doriana. Turk compie un miracolo su Cuadrado e all'82' gli nega la gioia della rete, togliendo dall'incrocio dei pali la sua conclusione. Dopo la traversa colpita dall'attaccante serbo, al 94' la chiude Soule che firma il 4-2 finale.      

Juventus-Sampdoria tabellino

JUVENTUS (3-5-1-1): Perin; Bremer (84' Rugani), Bonucci (46' Cuadrado), Danilo; De Sciglio, Fagioli, Barrenechea (46' Locatelli), Rabiot, Kostic; Miretti (73' Soule); Vlahovic. A disposizione: Szczesny, Pinsoglio, Gatti, Rugani, Locatelli, Cuadrado, Paredes, Compagnon, Soulé, Iling-Junior.
Allenatore: Allegri

SAMPDORIA (3-4-2-1): Turk; Amione, Gunter, Nuytinck (76' Paoletti); Zanoli, Rincon (82' Malagrida), Winks, Augello (73' Murru); Djuricic (73' Jese), Leris; Gabbiadini. A disposizione: Ravaglia, Tantalocchi, Oikonomou, Sabiri, Quagliarella, Jese, Murru, Malagrida, Paoletti, Rodríguez.
Allenatore: Stankovic

MARCATORI: 11' Bremer (J), 26', 66' Rabiot (J), 31' Augello (S), 32' Djuricic (S), 90'+4 Soule

AMMONITI: 39' Rincon (S), 58' Fagioli (J)

ESPULSI: -

RECUPERO: 2‘ pt, 6’ st

LEGGI ANCHE: Juventus, sirene inglesi per Vlahovic: Newcastle pronto a piombare sul serbo in estate

Quando Sconcerti disse: "Il Derby d'Italia non è Juventus-Inter, i nerazzurri non possono farne parte: ecco perché"
Rabiot: "Qui sto bene. L'importante era vincere"