Miroslav Mihajlovic, figlio dell’ex calciatore e tecnico del Bologna, Sinisa Mihajlovic, ha rilasciato le seguenti parole a Quotidiano Nazionale. Il ragazzo ha parlato del padre e degli ultimi momenti passati assieme prima della sua scomparsa, così come del dolore che la sua famiglia continua a provare dopo un anno dal decesso del campione ex Lazio e Inter. Campione d’Europa con la Stella Rossa nel 1990/91.
 

Mihajlovic e i suoi ultimi momenti con il figlio Miroslav

Miro ha rivelato il seguente ricordo relativo all’ex calciatore della Lazio: “Abbiamo percorso una decina di chilometri. Io e lui, sotto il diluvio. Ma lui, niente… mi disse: aspettiamo che smetta e ripartiamo. Era molto magro. Qualcun altro al suo posto sarebbe rimasto a casa, lui invece era come un leone in gabbia”


“In campo lo sento vicino. È stato un anno difficile ma l'incarico che ho mi ha aiutato molto. Ho avuto la possibilità di staccare e al tempo stesso di restare legato a lui. Papà mi ha insegnato a inseguire le mie passioni e anche se molti pensano a me come ‘il figlio di' non m'importa. Io amo il lavoro che faccio e vado avanti come Miro".

Mihajlovic
Sinisa Mihajlovic, ex tecnico del Bologna

 

Il dolore della famiglia per scomparsa di Sinisa
 

Miroslav ha proseguito, parlando del dolore della famiglia per la perdita di Sinisa: “Mamma non ci fa vedere che sta male, perché è una donna forte. So che lo fa per noi, so cosa prova davvero. Io e miei fratelli cerchiamo di farla stare meglio".

Eravamo pronti. Ma la verità è che, per quanto tu possa esserlo, quando arriva quel momento è dura e basta. Tutti ti cercano, la realtà è che vorresti solo sparire. Ringrazio ancora quanti ci hanno mostrato affetto, in particolare Deki (Stankovic, ndr). Lui e papà erano fratelli, per noi è uno zio".

La classifica delle squadre italiane più vincenti in Europa: Juventus davanti all'Inter
Dove vedere Borussia Dortmund-PSG, streaming gratis e diretta tv OGGI LIVE

💬 Commenti