Forse il merito è della capigliatura raccolta, forse il coraggio di chi sa di avere tutto dalla propria parte. “Caro Diario, oggi tutti si sono accorti di me”, potrebbe scrivere Riccardo Calafiori sotto la casella di lunedì 20 maggio. La serata del numero 33 è stata qualcosa di straordinario: una bellissima doppietta con tanto di “scavino” da attaccante consumato, un segnale alla Juventus che lo corteggia da mesi, un paragone con Maldini lanciato da un compagno di squadra e un romantico bacio in diretta tv. Nella cronaca di quanto è successo, ecco perché il difensore ha conquistato tifosi, appassionati e non solo.

Gol in 91 secondi, Calafiori da record

Riccardo Calafiori, Michel Aebischer e Kacper Urbanski
Riccardo Calafiori, Michel Aebischer e Kacper Urbanski (ph. Image Sport)

Non soltanto il come, ma soprattutto il quando è arrivato il gol. Riccardo Calafiori ci ha messo 91 secondi per fare impazzire il Dall'Ara: un siluro sotto l'incrocio sul quale Szczesny non poteva proprio intervenire. La rete che ha aperto le marcature è da record, la più veloce di tutto il campionato di Serie A 2023/2024. Non solo, perché alla giornata 37 il numero 33 ha pensato di farne due: il secondo tempo è cominciato da pochi minuti, quando la caparbietà di Castro - per lui primo timbro in rossoblù nel 2-0 in avvio - fa sì che Danilo tocchi maldestramente verso il limite dell'area. Era stata proprio una pressione di Calafiori a far perdere il possesso ai bianconeri, e l'uomo ovunque si fa trovare ancora lì, dove serve. Scavino da “vecchio filibustiere dell'area di rigore”, avrebbe detto Oronzo Canà, per sigillare un 3-0 da storia del calcio. Quando uscirà dal campo, accadrà poi invece l'inverosimile, imponderabile rimonta bianconera.

Orsolini a Calafiori: “Sembravi Maldini”. E anche Motta esalta il 33

Riccardo Orsolini
Riccardo Orsolini (ph. Image Sport)

Il postpartita di Bologna-Juventus è, soprattutto, la festa dei felsinei per il ritorno in Europa. Si conferma grande trascinatore Riccardo Orsolini, che durante l'intervista all'MVP Calafiori irrompe da dietro in un abbraccio - quasi fosse una marcatura - con un improbabile occhiale rossoblù che farà indossare al compagno. “Sembravi Maldini" esclama convinto a favor di telecamere. Che il paragone ieri sera non fosse poi così azzardato, a confermarlo è Thiago Motta nelle sue parole durante la conferenza stampa, un messaggio in ottica europea per Luciano Spalletti: “Può fare tutto perché è coraggioso - precisa - crede molto in sé stesso". Il prototipo del calciatore moderno, che per l'italo-brasiliano deve avere intelligenza tattica e capacità di adattamento, nell'esplorare quelle zone di campo all'apparenza impervie. “Devo cercare di frenarlo ogni tanto, non spingerlo" conclude Motta.

Dulcis in fundo, quel bacio virale in diretta tv

La notte indimenticabile di Calafiori si conclude fra le note di Lucio Dalla e un romantico bacio in diretta tv da parte della fidanzata Benedetta. L'elogio al “suo campione” si consuma davanti agli occhi di Giorgia Rossi di DAZN ad officiare un momento liberatorio, tenero e un po' improvvisato che ricorda vagamente “Il bacio” di Hayez. Il video sta diventando virale su tutti i canali social. Ora, possiamo dirlo, proprio tutti si sono accorti di Riccardo Calafiori

LEGGI ANCHE: Calafiori saluta il Bologna? Dubbi per un post su Instagram

Dove vedere Inside Out 2, streaming gratis Netflix, Now o Prime Video?
La classifica della Serie A post mercato invernale: Bologna secondo, disastro Juventus

💬 Commenti