Il mondo calcistico è stato nuovamente ‘scosso’ dalle dichiarazioni di Massimo Pavan, vicedirettore di tuttojuve.com, riguardo alla gestione dei fondi derivanti dalla partecipazione alla Champions League e ad un presunto atto persecutorio nei confronti della Juventus. In un'intervista esclusiva rilasciata oggi, Pavan ha espresso ferme accuse, definendo la situazione della squadra una "persecuzione mediatica" legata ai famigerati 100 milioni di euro.

"La Juventus è stata vittima di una persecuzione mediatica, con quei 100 milioni della partecipazione Champions avremmo visto un'altra Juve e oggi non saremmo qui a pensare ad una squadra che deve ancora vendere per comprare", ha dichiarato Pavan con tono deciso. Le sue parole non sono passate inosservate, gettando nuova luce sui problemi finanziari che hanno colpito il club bianconero.

Secondo Pavan, il mancato utilizzo dei fondi derivanti dalla partecipazione alla Champions League ha influito negativamente sulle strategie di mercato della Juventus, che si è trovata costretta a vendere per poter acquistare nuovi giocatori. Questo, a suo avviso, ha danneggiato pesantemente il percorso sportivo della squadra.

"È chiaramente stato fatto un danno, forse a proposito da qualcuno, lascia basiti quanto emerge dal caso dossieraggio", ha aggiunto il giornalista, suggerendo l'esistenza di un piano orchestrato per danneggiare la Juventus

LEGGI ANCHE: Pavan sbotta: "Juventus, qualcuno avrebbe già rischiato il posto se..."

 

Didier Deschamps e il suo attacco all'Italia: "Fu avvantaggiata agli Europei, ecco perché"
Atp Miami, quando gioca Sinner? Derby italiano per lui al secondo turno

💬 Commenti