Luciano Moggi si è espresso sulla scelta di Calzona come nuovo allenatore del Napoli, criticando la gestione di De Laurentiis. Queste le sue parole.

Moggi su Calzona al Napoli e la lotta per la Champions League

Se Calzona arriverà fino a fine stagione? Non ve lo so dire, ma ritengo che il Napoli possa superare determinati ostacoli lottando per l’Europa League, non per la Champions perché Bologna e Atalanta vanno forte. Barcellona? In questo momento è terzo in classifica, ha vinto 3-1 a Vigo ma il Celta è terzultimo. Non è da sottovalutare. Ma un allenatore che non conosce una squadra per niente e va in panchina col Barcellona mi sembra una cosa talmente anacronistica che non riesco neanche a commentare. Non so come farà Calzona ad incidere sul piano tattico in meno di due giorni. Soltanto il fatto emotivo può giocare a suo favore.

Sull'addio di Giuntoli e Spalletti

Direttore sportivo? Prendo a confronto due squadre, l’Atalanta e il Bologna.  Il Bologna ha preso Giovanni Sartori dall’Atalanta, che è stata portata avanti da lui prima che andasse a trasmettere il suo modo di fare ai rossoblù. Guarda caso, sono due squadre che vanno forte in campionato. Nella Lazio, dopo l’addio di Tare, che era l’uomo che guidava il gruppo, la squadra è a metà classifica dopo il secondo posto conquistato. A Napoli sono andati via Spalletti e Giuntoli e guardate adesso dove si trova. Nel calcio la figura principale che può supportare un allenatore è il dirigente, uno che abbia carisma e sappia governare uno spogliatoio importante. Inutile cambiare allenatori se ti manca una figura che possa.

Napoli
Napoli

LEGGI ANCHE: Napoli, si presenta Calzona: "Non ci sono più scuse, Barcellona? Non abbiamo paura..."
 

 

Per chi tifa Caressa? Il telecronista di Sky Sport confessa: "Non ci crederà nessuno"
Il piano Bohr: il patto pre Superlega tra Agnelli e la UEFA

💬 Commenti