Mario Sconcerti (Areanapoli.it)
Serie A

Sconcerti: "Allegri come Galileo, vecchio di secoli ma sempre capace di vincere"

Il giornalista si sofferma sulla Juventus e su Massimiliano Allegri nel suo consueto editoriale per il Corriere della Sera

Ludovica Carlucci
28.02.2022 09:45

Mario Sconcerti si sofferma sulla Juventus di Massimiliano Allegri. Ecco quanto dichiarato nel suo editoriale per il Corriere della Sera: "Un discorso a parte merita la Juve di Vlahovic. In un campionato di pressing e difese schierate a centrocampo, il contropiede di Allegri è una sorpresa. E il calcio questo deve essere, sorpresa. Spesso abbiamo un concetto strano della modernità, pensiamo sia la cosa migliore. In realtà è solo l’ultima e non cancella il buono di quello che è venuto prima. In sostanza, Einstein è stato un genio, ma della fisica di Galileo se ne parla ancora tanto. Allegri è Galileo, vecchio di secoli, ma sempre capace di vincere. E Vlahovic gli è cascato come un pennello".

LEGGI ANCHE: Plusvalenze Juve, Bosco: "Altri dieci club coinvolti. Ma su di loro le gole profonde che riforniscono le redazioni hanno accusato raucedini"

La classifica delle squadre più amate d'Italia: Juve prima ma in calo, Milan e Roma vincono i "derby del tifo"
Guerra in Ucraina, le sanzioni della FIFA contro la Russia: "Niente nome, inno, bandiere e partite in casa"