Il pareggio discutibile contro il Genoa ha acceso i riflettori su un episodio controverso: un possibile rigore non assegnato al Napoli. Gianpaolo Calvarese, ex arbitro e moviolista per Prime Video, ha sollevato la questione durante un'intervista ai microfoni di DAZN.

Napoli-Genoa, rigore non fischiato per gli azzurri

Matteo Politano
Matteo Politano

Mentre il futuro di Walter Mazzarri è avvolto da voci di mercato che lo vedono sempre più vicino all'esonero, la squadra partenopea si prepara per gli ottavi di Champions contro il Barcellona. Il pareggio con il Genoa, oltre a complicare la situazione di Mazzarri, potrebbe aver influito sulle voci che indicano Francesco Calzona come possibile sostituto.

Il momento chiave della partita è stato un presunto tocco di mano in area di rigore, non sanzionato dall'arbitro Sacchi. Calvarese ha analizzato l'episodio durante un intervento ai microfoni di Radio Kiss Kiss, sottolineando la complessità della situazione: "Manca un rigore per il Napoli per un tocco di mano. C'è da premettere che questa è una zona grigia del fallo di mano".

Secondo l'ex arbitro, il difensore avversario avrebbe ostacolato il cross di Politano, senza marcarlo, creando così le condizioni per un possibile rigore. Calvarese ha anche sottolineato che la natura sfumata del fallo di mano rende difficile una decisione univoca.

"Sono d'accordo sul fatto che il VAR non possa intervenire", ha dichiarato Calvarese. "Ma se Sacchi avesse fischiato rigore, il VAR avrebbe avallato la sua decisione". Una riflessione che apre il dibattito sulla necessità di chiarire le linee guida in situazioni simili, contribuendo a evitare controversie e garantendo maggiore trasparenza nel processo decisionale.

LEGGI ANCHE: Calzona nuovo allenatore del Napoli, Schira: "Affare fatto. Contratto fino a giugno 2024"

 

Per chi tifa Caressa? Il telecronista di Sky Sport confessa: "Non ci crederà nessuno"
Panchina Napoli, De Laurentiis ufficializza il cambio: "Doloroso esonerare un amico"

💬 Commenti (1)