Arbitri: (Ph. Twitter)
Calcio

Quanto guadagnano gli arbitri di Serie A e B? Ecco tutte le cifre

Ecco i compensi garantiti agli arbitri in Italia in Serie A e B

Serena Baldi
22.09.2022 15:15

Gianpaolo Calvarese ex arbitro di Serie A con all’attivo più di 300 gare nella massima serie considerando tutti i ruoli (arbitro, VAR e arbitro addizionale), è ora imprenditore nell’azienda di famiglia. Ogni mercoledì sera di Champions League è parte della scuderia di Amazon Prime Video per commentare nella Var Room il match trasmesso dal broadcaster in Italia. Ecco cosa scrive nelle pagine di Calcio e Finanza per quanto riguarda gli stipendi degli arbitri. 

Quanto guadagnano gli arbitri di Serie A e B? Ecco le cifre

Partiamo dalla cessione dei diritti di immagine, ceduti con un contratto annuale, che nella stagione 2022/23 permettono a un arbitro di percepire le seguenti cifre in base al numero di anni di attività in Serie A e in Serie B:

  • 1° anno: 20.000 euro (7.000 euro per un assistente);
  • Da 0 a 50 gare di Serie A: 30.000 euro (10.000 euro per un assistente);
  • Oltre 50 gare di Serie A: 60.000 euro (20.000 europer un assistente);
  • FIFA ed ex FIFA (i cosiddetti arbitri internazionali): 90.000 euro (27.000 euro per un assistente).

Quanto guadagnano gli arbitri? Le cifre per VAR e AVAR

Sono stati disciplinati anche i contratti per gli addetti VAR e AVAR.Per i primi tre anni di appartenenza, l’arbitro addetto al VAR percepirà 12mila euro (4mila euro per gli AVAR). Dal 4º anno ecco l’aumento: 24mila euro annui per l’addetto VAR e 8mila euro per gli AVAR. Infine per gli addetti al monitor appartenenti alla lista FIFA il compenso annuo è di 30mila euro, con 10mila euro per gli AVAR.

LEGGI ANCHE: Italia-Inghilterra, le probabili formazioni: Mancini utilizzerà il 3-5-2 o il classico 4-3-3?

Quanto guadagnano gli arbitri? Le cifre a partita

Ma i guadagni non finiscono qui: c’è anche il compenso per ogni arbitro a partita. In Serie A, Supercoppa e nei playoff/playout di Serie B, le cifre a partita sono le seguenti:

  • Arbitro: 4.000 euro;
  • Assistente: 1.400 euro;
  • Quarto Uomo: 500 euro;
  • VAR: 1.700 euro;
  • AVAR: 800 euro.

In Serie B, invece, le cifre a partita sono le seguenti:

  • Arbitro: 2.000 euro;
  • Assistente: 700 euro;
  • Quarto Uomo: 200 euro;
  • VAR: 800 euro;
  • AVAR: 400 euro.

In Coppa Italia, infine, le cifre a partita sono le seguenti:

  • Arbitro: 1.200 euro per i turni preliminari, 2.000 euro per ottavi e quarti, 4.000 euro per semifinale e finale;
  • Assistente: 400 euro per i turni preliminari, 700 euro per ottavi e quarti, 1.400 euro per semifinale e finale;
  • Quarto Uomo: 100 euro per i turni preliminari, 200 euro per ottavi e quarti, 500 euro per semifinale e finale;
  • VAR: 500 euro per i turni preliminari, 800 euro per ottavi e quarti, 1.700 euro per semifinale e finale;
  • AVAR: 250 euro per i turni preliminari, 400 euro per ottavi e quarti, 800 euro per semifinale e finale.

LEGGI ANCHE: Juventus-Conte: dall'Inghilterra arrivano dei rumors

Sconcerti si schiera: "Il Derby d'Italia non è Juventus-Inter, i nerazzurri non possono farne parte: ecco perché"
Iacchetti attacca una big di Serie A: "Loro tifosi mi odiano, pensano sempre di avere ragione"