Il calcio austriaco é nella bufera dopo l'episodio avvenuto in occasione del derby viennese tra Rapid e Austria Vienna, terminato 3-0 in favore dei padroni di casa. il CT dell'Austria ed ex tecnico del Manchester United Ralf Rangnick ha deciso di non convocare tre giocatori della formazione biancoverde per punizione, dopo che questi si sono resi protagonisti di cori omofobi nei confronti di un avversario.

Derby dai contorni omofobi

Come ogni derby anche quello della capitale austriaca tra il Rapid Vienna e i cugini dell'Austria Vienna, é molto sentito. Ancora di più se la sconfitta degli avversari come in questo caso, li ha costretti poi a dover finire nella poule retrocessione. Ma questo non giustifica il gesto che é stato compiuto dai tre giocatori dei biancoverdi Guido Burgstaller, Marco Grull e Niklas Hedl che davanti alle telecamere sono stati immortalati a rivolgere insulti omofobi ad un collega biancoviola, dopo il 3-0 finale.

Rapid Vienna-Fiorentina
Rapid-Fiorentina Conference League (Youtube)

Dura reazione di Rangnick

Il CT dell'Austria Ralf Rangnick parlando al quotidiano Sportschau ha condannato duramente l'atteggiamento dei tre giocatori del Rapid, escludendoli dalle convocazioni per le amichevoli contro Slovacchia e Turchia in programma il 23 e il 26 marzo. Queste le sue parole:

I giocatori devono affrontare seriamente questi temi e capire cosa significa per le persone quando vengono pubblicamente insultate e discriminate in questo modo. Quanto successo è qualcosa che non tollererò nella mia squadra, rappresentiamo la nazione

LEGGI ANCHE: Fiorentina, retroscena sul rigore sbagliato contro la Roma: non doveva calciarlo Biraghi

 

 

 

Dove vedere Inside Out 2, streaming gratis Netflix, Now o Prime Video?
Verso Atletico Madrid-Inter, Inzaghi: "Gara difficilissima. In casa 13 vittorie su 14 per loro"

💬 Commenti