Nel pomeriggio odierno l'Inter di Simone Inzaghi si è laureata campione d'inverno vincendo in extremis contro un coriaceo Hellas Verona. Il film della partita ha visto i nerazzurri passare subito in vantaggio grazie al sedicesimo centro stagionale del capocannoniere Lautaro Martinez, salvo poi faticare nel mettere il punto esclamativo al match (pesano le chance divorate da Marko Arnautovic, ndr) e subire il pareggio di Thomas Henry, entrato da meno di un minuto e lesto ad insaccare il primo pallone toccato. Nel finale, poi, è successo di tutto: prima la rete al 93esimo di Frattesi, con le relative proteste degli scaligeri che hanno portato all'espulsione di Lazovic e alla rabbia del direttore sportivo Sogliano, infine al 100esimo il rigore concesso dal Var per un contatto in area di Darmian su Magnani e conseguentemente fallito da Henry. Nel momento in cui il francese spiazza Sommer ma colpisce il palo, fallendo la rete del pari, San Siro tira un sospiro di sollievo ed esplode di gioia. Tuttavia nelle ultime ore sta montando la protesta proprio in relazione alla posizione del portiere svizzero al momento del tiro di Henry: era regolare?

Sommer si muove prima: il penalty era da ripetere?

A tenere banco è la posizione di Sommer sul calcio di rigore di Henry: il portiere svizzero dapprima sembra essere con entrambi i piedi al di fuori della linea di porta, ma all'ultimo - proprio prima che Henry impatti con la sfera - riesce a toccare con il tallone destro la linea, come da regolamento.

Yann Sommer
Yann Sommer (ph.Image Sport)

Irregolarità di Sommer: ecco cosa dice il regolamento

A chiarire la questione ci pensa il regolamento. Infatti, qualora Sommer fosse effettivamente avanti il rigore non sarebbe da ripetere. Infatti il numero uno dei nerazzurri non fa nulla per inficiare l'esecuzione del penalty né impatta in qualche modo la sfera impedendole di entrare in porta: condizioni quest'ultime che avrebbero portato alla ripetizione del tiro. La regola traccia i paletti prendendo in considerazione tre casi specifici di infrazioni commesse dal portiere:

  • se la palla entra in porta, viene assegnato un gol
  • se la palla manca la porta o rimbalza sulla traversa o sui pali della porta, il tiro viene ripetuto solo se l’azione del portiere si ripercuote chiaramente sul tiro
    se il portiere impedisce al pallone di entrare in porta, il tiro sarà effettuato di nuovo
  • se l’infrazione del portiere comporta la ripetizione del tiro, il portiere viene ammonito

LEGGI ANCHE: Frattesi come Maspero, il gesto incriminato sul rigore di Henry in Inter-Hellas Verona (VIDEO)

La classifica delle squadre italiane più vincenti in Europa: Juventus davanti all'Inter
Sassuolo-Fiorentina, pasticcio Var: gol regolare annullato

💬 Commenti