La Premier League attira sempre per fascino e tradizione, ma ormai da tempo è senza ombra di dubbio anche il campionato più bello e competitivo del mondo. Dall'Italia guardano sempre con un certo interesse i risultati del Brighton di Roberto De Zerbi, osannato tanto quanto criticato.

Perché in pochi sanno di Gary O'Neil?

Dalle retrovie a fari spenti però arrivano i Wolves di Gary O'Neil che con il suo Wolverhampton sta facendo cose importanti. Nessuno o quasi tesse le lodi di un allenatore giovanissimo (classe 1983) che dopo aver attaccato gli scarpini al chiodo ha messo giacca e cravatta. Dall'Under 23 del Liverpool dove O'Neil era vice a collaboratore tecnico al Bournemouth, gavetta nuda e cruda per il ragazzo di Bromley che nel 2022 è diventato ufficialmente allenatore del Bournemouth. Obiettivo salvezza centrato con le Cherries e poi addio per iniziare ad allenare il Wolverhampton. I Wolves attualmente si trovano in nona posizione in Premier League, a una lunghezza dal Brighton e due dal West Ham, in piena lotta per l'Europa. C'è chi ricorda ancora il Wolverhampton formato Europeo di Nuno Espirito Santo e non avrebbe immaginato di rivedere i Lupi giocarsi un posto in Europa, con Gary O'Neil.

I giocatori del Wolverhampton
I giocatori del Wolverhampton di Gary O'Neil esultano dopo un gol (ph. depositphotos)

O'Neil idea per la Serie A: tra Roma e Fiorentina passando per Torino

Chi ha gusti raffinati ha già attenzionato il tecnico di Bromley, in Francia ci aveva pensato l'Olympique de Marseille che poi ha virato su Rino Gattuso, in Italia ancora nessuno si era accorto di lui, almeno fino a che il Wolverhampton non ha iniziato a sgomitare ai piani alti della classifica. Il rinnovo misterioso di Italiano con la Fiorentina lascia aperto il portone cigolante dell'Artemio Franchi, l'improvvisa notizia delle dimissioni di Sarri potrebbe accelerare un'idea O'Neil alla Lazio (non adesso ovviamente ma per la nuova stagione) e attenzione anche al Torino. Se come scritto da alcuni giornali vicini al West Bromwich Albion, Ivan Jurić sarebbe appunto in cima alla lista del WBA, anche la piazza Torino sarebbe un bel banco di prova per O'Neil che a quel punto potrebbe davvero andare ad allenare in Serie A. Nel frattempo i Wolves si giocano un posto in Europa, O'Neil si gode il momento senza riflettori e copertine scintillanti come succede ad alcuni suoi colleghi. Per chi volesse imbastire una trattativa forse meglio così, perché non tutti si sono accorti che in Premier c'è anche un giovane allenatore del 1983 che sta facendo cose davvero importanti. 

La classifica delle squadre italiane più vincenti in Europa: Juventus davanti all'Inter
Alcaraz e quel messaggio criptico: Djokovic o Nadal possibili destinatari?

💬 Commenti