Settimana di sosta, possibilità di tirare il fiato prima della "volatona" finale: 27 punti disponibili per fare quello che, in fondo, si è fatto per tutto l'anno: lottare ai vertici. Non è stato un caso, non sarà un caso. 14 convocati nelle Nazionali, come l'Inter capolista e prossima scudettata. Qualcuno addirittura programmaticamente declassato, come Riccardo Calafiori, molto più forte del Mancini che gli ha "sottratto" il posto in azzurro, ma l'Under 21 ha più bisogno. E il CT Nunziata fa anche le battute: "Riccardo, stai dietro, qui non siamo al Bologna !"

Il Bologna viaggia spedito verso l'Europa: i rossoblù possono superare quota 68 punti

Avevo fatto, prima dell'Inter, una mia personalissima tabella da tifoso. Che teneva conto del relativo interesse dei nerazzurri alla gara di Bologna, delle partite più facili dopo Empoli, di una crisetta a cavallo del match con la Roma (in impetuosa rimonta derossiana), e di un finale "la va o lo spacca". Sulla mia nuvoletta arrivavo, col Monza, all'undicesimo successo consecutivo (record!), poi 1 punto in 3 partite (34 punti in 14 gare, 2,5 a match), con l'Udinese, e 4 nelle ultime 3. Il mio totale fa (ceva) 71, ora declassati a 68 (5 vinte, 2 pareggiate e 3 perse - Roma, Torino, Napoli, oltre l'Inter - da qui alla fine). A questa cifra, nelle ultime 3 stagioni, si sarebbe arrivati quinti (l'anno scorso e l'anno prima), e sesti nel 20-21, a pari merito con la Lazio. Champions (in caso di conferma di 5 italiane partecipanti) o Europa League, quindi. Ma ho espresso una stima prudenziale, che tiene conto della pressione. In realtà, anche se non si dovrebbe scrivere, penso proprio che si faccia meglio. 

I loghi di Champions, Europa e Conference League
I loghi di Champions, Europa e Conference League
Per chi tifa Caressa? Il telecronista di Sky Sport confessa: "Non ci crederà nessuno"
Milan, conferma di Pioli: i quattro parametri da cui dipende

💬 Commenti