Gabriele Gravina (ph. zimbio)
Calcio

Gravina contro la Superlega: "Non serve a niente. Inutile e dannosa"

Il Presidente della FIGC critica la proposta dei maggiori club europei. "Il problema non è la mancanza di soldi, ma come vengono usati. Si deve rinnovare altrimenti il calcio fallirà".

Lorenzo Cortellucci
07.03.2022 17:36

Aldilà di corse scudetto e volate Champions, il tema del momento, di sicuro, è la Superlega. Il maxi campionato tra le squadre più forti del globo, riproposto recentemente dal patron Agnelli, è stato fortemente criticato dal Presidente Gravina. 

Il numero 1 della FIGC, a Rai Gr Parlamento ha commentato così la situzione del calcio mondiale e lo spettro Superlega: “Nel sistema i calcio ci sono problemi serissimi e chi pensa che la Superlega sia la risposta a tutto si sbaglia, anzi è la rovina. Il problema principale non è la mancanza di soldi, ma come vengono utilizzati”.

Obbiettivo rinnovarsi e guardare al calcio con occhi nuovi: “E' arrivato il momento di andare oltre questo format ormai superato. Vanno creati nuovi progetti, invece si vuole scegliere la strada più breve e più pericolosa, che rischia di far fallire il calcio. La priorità è mettere sotto controllo i costi di gestione. Mi appello al buon senso di Presidenti ed Imprenditori, affinchè abbandonino questa idea fallimentare e si concentrino sulla volontà di portare un contributo serio”. 

Prossimo step? “E' già da diversi mesi che ci stiamo impegnando sulla riforma dei campionati, ma prima serve eleggere i nuovi presindenti in Lega Nazionale Dilettanti e Serie A”. 

Club più corrotti, la classifica di Benfica TV: presenti quattro italiane, furia tifosi Juventus
Inter in ripresa? Ferri: "In gol Lautaro e Dzeko, ma la Salernitana non vale come test"