All'ombra di Anfield Road si respira un'aria strana, quasi surreale. Il fumo dei comignoli che tinge il cielo sopra Liverpool offusca i pensieri dei tifosi che speravano in un finale diverso.

L'addio di Jurgen Klopp al Liverpool

L'addio annunciato di Jurgen Klopp ha fatto vacillare quelli della vecchia guardia, ha tolto il fiato a chi ha visto i Reds diventare grandi tra le sapienti mani del tecnico tedesco, ha levato certezze ai ragazzini cresciuti nei vicoli di Liverpool. Vincere Europa League e Premier League era un sogno, non un obbligo morale, anche se qualcuno ha già spalmato addosso a Klopp tutta la frustrazione possibile, attaccandogli sul cappello un'etichetta che recita fallimento. La lite con Salah nell'ultima di campionato ha poi spalancato il portone delle critiche, chiuso a doppia mandata poiché fino a qualche mese fa criticare uno come Klopp era praticamente impossibile.

Momo Salah
Momo Salah con la maglia del Liverpool (Ph Image Sport)

Il vaso di Pandora e la lite con Salah

La sconfitta contro l'Atalanta in Coppa ha scoperchiato il vaso di Pandora perché perdere 3-0 ad Anfield Road fa sempre un certo effetto, a rincarare la dose ci ha pensato poi il Crystal Palace corsaro in trasferta, la rete di Eze ha di fatto condannato i Reds a uscire dalla stanza delle ambizioni, lasciando a Manchester City e Arsenal i discorsi che riguardano la vittoria del campionato.

La sconfitta nel derby del Merseyside a Goodison Park contro l'Everton e il pareggio in casa del West Ham hanno sancito una volta per tutte la fine della storia. E poi la lite con Salah appunto, l'egiziano si becca con l'allenatore davanti ai 60mila del London Stadium quando l'allenatore lo butta nella mischia a dieci dalla fine, i tabloid fremono, i giornali si scatenano. L'era Klopp al Liverpool finirà al termine di questa stagione, chissà che dopo un anno di pausa il tecnico tedesco non decida di venire ad allenare nella nostra Serie A. Per molti ammiratori del tecnico tedesco sarebbe un sogno.

Serie A, DAZN punta sempre di più sulla sua modalità gratuita
Nainggolan: "Nessuno del Milan sarebbe titolare nell'Inter. Tra Theo e Dimarco non ho dubbi..."

💬 Commenti