L'intelligenza artificiale prende sempre più piede anche nel calcio. Il Liverpool utilizza infatti ormai da qualche tempo l'algoritmo TacticalAI per aiutare i giocatori a battere meglio i calci da fermo e i difensori nel gestire quelli avversari. Klopp si è sempre mostrato aperto all'utilizzo della tecnologia e dunque sfrutta tutto ciò che possa dargli un minimo vantaggio. Come dice Guardiola, i dettagli nel calcio fanno la differenza. Ecco come funziona questo supporto utilizzato dai Reds. 

L'algoritmo usato da Klopp per i calci piazzati: come funziona

Il meccanismo alla base di questo algoritmo, TacticalAI, è abbastanza semplice. Questo ha analizzato oltre 7.000 calci piazzati battuti in Premier League, per capire quale schema usare in fase offensiva e come posizionarsi in quella difensiva. Da qui, attraverso analisi quantitative, ovvero verificando quali situazioni hanno portato al gol o a delle potenziali occasioni, ne derivano i posizionamenti ritenuti migliori da questo sistema di intelligenza artificiale. Klopp e tutto lo staff del Liverpool, naturalmente aggiustano poi le loro scelte in base ai loro giocatori e a quelli avversari, avendo così un vantaggio almeno teorico. 

Salah
Salah, uno di quelli che batte i calci piazzati (ph. Image-Sport)

L'intelligenza artificiale nel mondo del calcio

Per i più romantici del pallone probabilmente questa cosa sarà considerata uno scempio. Come ogni mondo che cambia però, anche quello del calcio è in evoluzione. Al pari di diete, allenamenti e esercizi di grande modernità, perché non sfruttare l'aiuto della tecnologia per performare meglio? Il supporto che possono dare questi algoritmi è infatti basilare, chi scende in campo poi e deve eseguire, alla fine dei conti è sempre e solo il giocatore stesso

LEGGI ANCHE: Klopp consiglia Spalletti: "Scamacca? Buon giocatore, potrebbe fare bene con..."

 

Serie A, DAZN punta sempre di più sulla sua modalità gratuita
Biasin sicuro: "La Juventus finirà nelle mani di Thiago Motta, con Allegri è stato bello..."

💬 Commenti