Un torneo che Luca Nardi non avrebbe dovuto disputare, è lo stesso che lo rende veramente grande. Sconfitto all'ultimo turno delle qualificazioni, il giovane italiano è stato ripescato in tabellone come lucky looser. Il pesarese si era già regalato un sogno, sfidando il numero 1 del mondo Novak Djokovic sul campo centrale, dopo aver sconfitto nel turno precedente il cinese Zhang. Quello che sembrava però una bella storia destinata a finire, si è però trasformata in una di quelle favole che solo lo sport ci può raccontare. E pensare che meno di un mese fa. l'azzurro usciva sconfitto in India dal numero 400 del mondo.

Nardi sconfigge Djokovic: la partita

Nella sessione serale dell'Atp di Indian Wells si sono affrontati il numero 1 del mondo e il numero 123, nel match valido per gli ottavi di finale. Nardi non ha nulla da perdere e parte piuttosto spigliato, aggressivo e spregiudicato.  Nel primo set lo strappo decisivo arriva nel quinto gioco del primo set, in cui è lui a breakkare nole, per poi mantenere il vantaggio fino al decimo gioco: 6-4 in favore dell'italiano. Sul centrale dello stadio californiano cala qualche silenzio in più, ma nessuno vuole e osa credere a una battuta d'arresta prematura di Djokovic. Il serbo infatti reagisce, anche se più di esperienza e orgoglio che a livello tennistico, e si porta avanti subito per 2-0. Luca però riesce a riequilibrare immediatamente la sfida sul 2 pari. Qui arriva l'allungo vincente del serbo che passa a condurre per 5 giochi a 2, sfruttando qualche sbavatura del classe 2003, e conquista poi la seconda partita con lo score di 6-3. Tutto ristabilito, solo uno spavento per Novak. Non proprio. Il terzo e decisivo set parte seguendo i servizi fino al sesto game, dove Nardi, avanti per 3-2, strappa la battuta al serbo e non si volta più indietro. Quando va a servire per il match sul 5/3 in suo favore, in pochi scommetterebbero sulla sua freddezza: ma la ragione ce l'ha Luca. Ace per vincere la partita più importante della sua carriera e trionfo finale per 6/4 3/6 6/3. Sembra un sogno, ma è tutto vero. Il suo idolo tennistico, quello di cui ha i poster in camera, è caduto sotto i suoi colpi.

Djokovic
Novak Djokovic (PH. Image-Sport)
Didier Deschamps e il suo attacco all'Italia: "Fu avvantaggiata agli Europei, ecco perché"
Europa League, obiettivo quarti: decisi gli arbitri per Atalanta e Roma

💬 Commenti