La bella vita legata al mondo del calcio e dovuta a grandi carriere può, spesso, finire troppo presto o nel peggiore dei modi. Nel corso dell'ultimo weekend è giunta a tutti la notizia più triste che ci si poteva aspettare: Ezequiel Lavezzi è stato ricoverato in una clinica a Buenos Aires. Circa due settimane prima l'ex attaccante del Napoli ha dovuto far fronte ad un ulteriore ricovero a causa di diverse ferite all'addome. Mauricio D'Alessandro, uno degli avvocati dell'argentino, ha rilasciato delle dichiarazioni a So Foot, chiarendo il motivo del ricovero. Ecco le sue dichiarazioni.

Lavezzi, le parole dell'avvocato

Ezequiel Lavezzi
Ezequiel Lavezzi sorride

Ecco le parole dell'avvocato di Lavezzi:

“Le cure stanno andando bene, l'evoluzione è favorevole. Resterà in cura per 21 giorni e poi avrà la possibilità di andarsene o restare a seconda delle sue condizioni. I medici stanno cercando di stabilizzarlo, prima di vedere se avrà bisogno di cure più lunghe. Lavezzi soffre di ipomania, un disturbo cronico che colpisce l'umore. Già in passato aveva subìto le conseguenze di questa patologia. Non è in cura per un consumo di stupefacenti o alcohol, ma per curare un disturbo psichiatrico che può spingere qualcuno a farsi del male.”

Lavezzi, l'avvocato sull'inizio della crisi

“Nel cuore della notte ha sentito un rumore ed ha pensato che ci fossero persone in casa, così è avvenuto l'incidente. Quando ha lasciato l'ospedale, ha cercato di superare la crisi da solo. In generale, possono essere necessari dai quindici giorni ad un mese. Non ci è riuscito però, ecco perché è andato in clinica. Non si tratta di una patologia che si cura dicendo semplicemente: non andare a ballare. C'è bisogno di cure mediche.”

LEGGI ANCHE: Lavezzi, paura per l'ex Napoli: aggredito in Uruguay

 

La classifica delle squadre italiane più vincenti in Europa: Juventus davanti all'Inter
Nasce Bobo Tv Channel: ecco come sarà composto il nuovo format di Vieri

💬 Commenti