Intervistato a Diretta.it, Antonin Barak ha parlato di un episodio che, se gestito diversamente, avrebbe potuto mettere fine alla sua carriera calcistica e mettere a serio rischio la sua salute, citando anche ciò che accadde a Christian Eriksen durante l'ultimo Europeo

“Nessuno mi disse quanto fosse grave”

Barak ha rivelato di aver avuto un malore che sembrava essersi risolto in un nulla di fatto, ma che avrebbe potuto avere gravissime complicazioni: "È iniziata in modo abbastanza innocente ed è finita con una polmonite bilaterale, ho avuto un versamento nei polmoni, che poi è arrivato al pericardio, sono stato ricoverato in ospedale. Ma all'epoca nessuno mi disse quanto fosse grave, cosa avrebbe potuto significare per la mia carriera futura. Ho scoperto solo più tardi che avrei potuto fare la fine di Christian Eriksen all'ultimo Europeo".

Barak
Antonin Barak

“Il gol al Basilea il momento più bello”

Continuando la sua intervista, il centrocampista ceco ha parlato anche del momento più alto della sua avventura alla Fiorentina: "ll gol nei tempi supplementari è stato il momento più bello con la maglia della Fiorentina e, insieme al mio debutto in Nazionale e alla progressione in Olanda fino ai quarti di finale degli Europei, una delle esperienze calcistiche più belle della mia carriera. I tifosi mi soprannominarono 'l'uomo di Basilea', quindi sono impresso nella memoria di molte persone".

Leggi anche: Impallomeni sull'Italia: "Superiore alla Macedonia, ma..."

Dove vedere Inside Out 2, streaming gratis Netflix, Now o Prime Video?
Zuliani sull'Inter: "Ma perché desiderano sempre le robe altrui?"

💬 Commenti