Il Bologna ospiterà l'Inter , seconda in classifica, domenica alle 12:30. Io Bologna è reduce dal successo a Genova per 2 a 1 contro la Sampdoria, mentre i neroazzurri vogliono continuare a vincere dopo le ottime prestazioni contro l'Udinese, successo per 3 a 1, e agli ottavi di Champions League contro il Porto in cui i milanesi si sono imposti per 1 a 0 nel finale di gara.

LA CONFERENZA DI THIAGO MOTTA

L'allenatore Thiago Motta ha rilasciato una conferenza stampa in vista della partita contro la sua ex squadra, dove sono stati trattati diversi argomenti e trattato varie tematiche:

Nel processo di crescita della squadra, quanto vi manca nel prendere punti con le big?

"Fino ad oggi è un processo continuo, stiamo crescendo tutti quanti per poter competere contro ogni squadra del campionato, cercheremo di portare sempre un miglioramento ogni giorno per essere più forti".

Che Inter ha visto mercoledì?
"Una squadra da scudetto, da Champions League".

Che partita vorrà impostare?
"Cercheremo di limitare l'Inter al meglio, giocheremo al nostro massimo".

Poi l'allenatore ha parlato anche della gara di andata terminata per 6 a 1 in favore dei neroazzurri a San Siro:

Cosa non andò nella gara di andata?
"Fu una partita buona fino alla mezz'ora, poi abbiamo perso il filo del gioco e loro ne hanno approfittato, non siamo stati squadra. Dopo l'episodio dell'andata perdemmo il controllo, dobbiamo migliorare per continuare in avanti. Ogni partita è una storia diversa, sempre dando il nostro massimo, il massimo impegno. stata una settimana bella, con allenamenti fantastici. Speriamo di portare tutto questo domenica".

Si è parlato anche di Europa, reazioni, scelte arbitrali e della Serie Tv del Bologna uscita su DAZN:

Parlate di Europa in spogliatoio? Non avere obblighi di classifica è un bene?
"Il nostro vero obbligo è impegnarci al massimo, l'entusiasmo fa bene per lavorare meglio, sempre quando l'entusiasmo è focalizzato nell'affrontare il prossimo allenamento e partita al massimo. Il resto poco da dire. Puntiamo a fare una grandissima partita contro l'Inter. È una squadra forte con punti di forza e di difficoltà, non siamo perfetti noi e non lo sono loro. Dobbiamo sfruttare il nostro momento al meglio, sia con che senza palla".

Sul rigore di Sosa del Ferraris è un errore del Var?
"Non so cosa dire, alla fine abbiamo fatto una grandissima partita. Ci sono delle situazioni che non riesco a controllare. Nel momento in quesione ci sono le emozioni e poi non posso perdere energie su cose che non posso controllare. In situazioni così meglio mettersi insieme e parlare, per lo spirito del gioco e del calcio".

È soddisfatto nella reazione alle situazioni negative?
"Su questo siamo migliorati molto, ogni partita succedono situazioni diverse, noi dobbiamo sempre essere disposti ad affrontare ogni momento nel miglior modo possibile. Questa dinamica la possiamo controllare per affrontare ogni episodio al meglio".

Come sta Arnautovic? Hai visto la serie del Bologna su DAZN?
"Marko non è disponibile, vedremo la prossima settimana. Per la serie la vedrò con calma, ancora non l'ho vista".

E qualche considerazione su alcuni giocatori del Bologna e dell'Inter:

Zirkzee?
"Non è recuperato per il momento".

Come stanno Sansone e Soumaoro?
"Suomaoro si è allenato molto bene, è pronto. Oggi Sansone non si è allenato per febbre ma credo che sarà convocato".

Cosa cambia l'Inter con Dzeko o con Lukaku?
"Due grandi giocatori che hanno grande valore, noi dovremo essere sempre attenti".

Ha ricevuto chiamate da Parigi? Si sente già pronto per una grande chiamata?
"Focalizzato al massimo nella partita contro l'Inter, punto".

Come sta Arnautovic? Hai visto la serie del Bologna su DAZN?
"Marko non è disponibile, vedremo la prossima settimana. Per la serie la vedrò con calma, ancora non l'ho vista".

Barrow non lo vedevi come prima punta, poi ha fatto bene?
"Ha fatto molto bene ma può fare meglio, in fase difensiva è stato sempre collegato con noi e anche in appoggio ha fatto ciò che chiediamo, anche poi ripartendo attaccando gli spazi, deve e può farlo molto meglio, oltre all'aggressività nei contrasti. Deve essere in grado di prendere il vantaggio ai difensori per arrivare in anticipo. È stato un punto di riferimento in partita, aiutava i compagni a venire fuori. Sono contento della gara e degli allenamenti in settimana".

Cambiaso sta crescendo molto? Entra spesso dentro il campo con la palla
"Si noi ci muoviamo molto in base alla squadra avversaria, dobbiamo avere più movimenti per smarcarci al momento giusto. Avendo Roberto Soriano davanti che dà ampiezza possiamo con Cambiaso in grande fiducia rientrare dentro il campo. I due si capiscono bene, possono invertirsi, ma dobbiamo occupare bene il campo per fare al meglio".

La partita di domenica sente che è la partita più importante sua e del gruppo che ha allenato?
"Tutte le partite sono state importanti, ora testa all'Inter perché è la prossima, poi ci saranno anche altre gare importanti".

LEGGI ANCHE: "Conference League, Pistocchi commenta il clamoroso episodio della Goal line technology”

La classifica delle squadre italiane più vincenti in Europa: Juventus davanti all'Inter
Torino, il ds Vagnati parla di Vlasic: "Nikola è un leone e un soldato, cercherà di fare il massimo"

💬 Commenti