Tiago Djalò è ufficialmente un nuovo acquisto della Juventus: poco fa, le sue prime parole da giocatore della Vecchia Signora. Tanti i temi trattati, dall'accoglienza in squadra al recente infortunio al ginocchio, passando per i suoi idoli e il suo rapporto con qualche avversario di Serie A che conosce dai tempi del Lille. 

“Contentissimo di essere stato scelto in questo grande club”

Queste le sue parole: "Sono molto contento di essere qui, la squadra è molto forte. Abbiamo un allenatore bravissimo e spero di poter imparare tanto con lui. Sono arrivato da poco, mi sento molto bene, mi piace come la squadra gioca e per me così è  più facile, darò tutto per la squadra e per l'allenatore […] Il ginocchio adesso sta bene, sono pronto a dare una mano alla squadra. Posso giocare a sinistra, a destra, in mezzo, per me è indifferente: sarà il mister a decidere".

Djalò
Tiago Djalò

“Il mio idolo? Thuram”

Conclude lo stesso Djalò, menzionando un grandissimo del passato della Juventus: “Non so se mi sento simile a Tomori, io credo che siamo un po' diversi. Il mio idolo? Beh, cerco di ispirarmi a Thuram […] La Serie A è un campionato molto tattico, ho molto da imparare ma sono pronto ad ascoltare i mister e i consigli dei miei compagni.” Tiago Djalò è apparso molto contento di poter vestire la maglia bianconera, e si augura di poter emulare le gesta dei grandi difensori del passato. Le potenzialità e i mezzi ci sono tutti: carisma, velocità, senso della posizione, ottima propensione all'anticipo e alla lettura delle giocate degli attaccanti avversari. Quest'anno, non ha ancora messo piede in campo per via di un infortunio grave al ginocchio, ma nelle ultime due stagioni in Francia ha sempre garantito un ottimo rendimento, come illustrano le sue statistiche: 

Leggi anche: Juventus, Kean ai saluti: domani le visite mediche con l'Atletico Madrid

La classifica delle squadre italiane più vincenti in Europa: Juventus davanti all'Inter
Dove vedere Sinner-Djokovic, streaming gratis OGGI LIVE e diretta TV Rai?

💬 Commenti