Il mercoledì sera di Champions League si è concluso con il Milan in Europa League grazie alla vittoria per 2-1 sul Newcastle, mentre la Lazio di Sarri a causa della sconfitta subita contro l'Atletico-Madrid ha chiuso il proprio girone al secondo posto. I gol di Griezmann in avvio di gara e di Lino in apertura di secondo tempo hanno condannato i biancocelesti alla seconda sconfitta in questa edizione della Champions Legaue. La Lazio ha chiuso dunque il girone con 3 vittorie (Celtic sia andata che ritorno e Feyenoord), un pareggio contro l'Atletico Madrid all'andata grazie alla rete di Provedel, e appunto due sconfitte. Ora per i biancocelesti è tempo di ricominciare a correre e macinare punti in campionato, dato che giunti alla quindicesima giornata i punti sono 21 e la posizione occupata è la decima. Luis Alberto e compagni cercheranno dunque di accelerare in Serie A in attesa di conoscere l'avversario che i biancocelesti incontreranno in occasione degli ottavi di finale di Champions League. Ecco le parole di Maurizio Sarri al termine di Atletico Madrid-Lazio.

Sconfitta nonostante la prestazione

Sono un po' arrabbiato per il fatto che siamo venuti in uno stadio difficile contro un avversario di ottimo livello e tutto quello che abbiamo sbagliato lo abbiamo pagato, sprecando anche delle palle gol. C'era un divario di determinazione e cattiveria in campo che abbiamo pagato. Sono convinto che abbiamo fatto il massimo. Agli ottavi mi auguro di pescare il Barcellona, dato che in carriera non l'ho mai incontrato e mi manca.

Maurizio Sarri
Sarri Lazio

Caratura mentale non ancora di livello

Noi abbiamo dimostrato anche negli anni scorsi di fare fatica a reggere mentalmente più competizioni. L'anno scorso eravamo scadenti a livello europeo e meglio in campionato, quest'anno il contrario. Dimostra una caratura mentale non ancora a questi livelli.

LEGGI ANCHE: Newcastle-Milan, Pioli: "C'è rammarico per l'inizio del girone. Sull'Europa League..."

La classifica delle squadre italiane più vincenti in Europa: Juventus davanti all'Inter
Juan Jesus e l’attacco a leggenda Juventus: “Antisportivo, pessimo esempio di classe e stile”

💬 Commenti