Il Genoa recupera lo svantaggio contro la seconda forza del campionato di serie A, la Juventus. Dopo la sfortunata parentesi col Monza, la compagine rossoblu, sul Green del Ferraris, ha mostrato grinta e carattere. Nella battute finali del match, i locali, spinti dal pubblico delle grandi occasioni, hanno sfiorato il raddoppio.

 

Al termine della gara, Gilardino ha analizzato la prestazione dei suoi uomini.

Genoa, le parole di Gilardino

”La volontà di fare bene è sempre esistita. Avevo chiesto ai ragazzi personalità e coraggio. Proposta di gioco e palla a terra. Siam partiti con due attaccanti con Gudmunson e messia e abbiamo trovato linee di passaggio importanti. Nel secondo tempo abbiamo attaccato di più la profondità, ho fatto dei cambi che dessero spessore alla squadra. Ekuban è stato determinante. Avevo chiesto a tutti, anche coloro che non partivano dall’inizio, un cambio di marcia. C’è la volontà di migliorarsi. Nel percorso di cresciuta di una squadra ci possono essere intoppi, ma questa squadra ha potenzialità importanti. Il campionato può prendere anche una piega diversa. Abbiamo ancora tanto da dare”.

Sulla Juventus

Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri sorride

”Questo pareggio vale tantissimo. Non sempre siamo riusciti ad ottenere ciò che volevamo. Spesso abbiamo proposto e creato senza ottenere ciò che meritavamo. Oggi ce l’abbiamo fatta. Non è mai semplice giocare contro squadre fisiche come la Juventus. Abbiamo strutturato la partita affinché si potesse mettere in difficoltà l’avversario. Ho puntato tutto sulla fisicità. Ci siamo meritati il pareggio. Il primo gol potevamo evitarlo, siamo stati poco lucidi nell’uscita. Ciò che conta è la reazione. Siamo andati sotto di un gol e l’abbiamo ripresa. Siamo rientrati in campo con il piglio giusto. In alcune situazioni abbiamo avuto l’opportunità di fare ancora gol”.

Genoa, Gilardino sui singoli

L'allenatore del Genoa Alberto Gilardino ha poi continuato così dopo la Juventus:

La spinta durante l’intervallo

”La mia richiesta negli spogliatoi è stata quella di puntare tutto sul coraggio e sulla lucidità mentale. Oggi, anche coloro che non sono entrati in campo hanno dato un grande contributo. Sono stati attivi tutto il tempo. Come squadra stiamo vivendo un percorso di crescita e di spessore. Non è facile creare una buona amalgama, anche a casa di alcuni infortuni. Dobbiamo lavorare per avere compattezza difensiva. Dobbiamo migliorare ancora molti aspetti. Alcuni calciatori hanno subito una rivoluzione tattica e dobbiamo sfruttarla a nostro vantaggio, sempre”.

Su Bani

”Bani da sicurezza e fiducia a tutta la squadra. Il reparto difensivo necessita della sua esperienza. Risulta un punto di riferimento”.

Su Retegui

”Valuteremo le sue condizioni in settimana. Non so se riusciremo a recuperarlo per la gara col Sassuolo, è ancora dolorante”.

LEGGI ANCHE: Bani, Scarpa sbotta: "Il braccio era largo ma in sala VAR cantavano gli anni di Barella e..."

 

Dove vedere Inside Out 2, streaming gratis Netflix, Now o Prime Video?
Inter, si cerca il sostituto di Cuadrado: occhi su un giocatore del Borussia Dortmund

💬 Commenti