L’ex calciatore del Parma, Nestor Sensini, ha rilasciato le seguenti parole sulle dichiarazioni di Dino Baggio, relative alle morti di Sinisa Mihajlovic e Gianluca Vialli che hanno recentemente scosso il mondo del calcio.
 

Le considerazioni di Sensini
 

Dino Baggio aveva alimentato i sospetti che tali scomparse potessero essere dovute alle sostanze assunte dai calciatori all’epoca. In quel momento, le parole dell’ex Parma scatenarono un polverone nel mondo del calcio italiano. Caos mediatico che costrinse l’ex calciatore a chiarire la sua posizione circa le scomparse delle due leggende del calcio. Morti premature e che ancora oggi sono oggetto di discussione nei principali giornali e programmi televisivi calcistici. 
 

Sensini ha rivelato degli aneddoti importanti relativi a quell’epoca, esponendo pure la sua idea sulle parole di Dino Baggio, spaziando all’uso di sostanze lecite utilizzate negli anni ‘90 e 2000 dai calciatori. Ecco il pensiero dell’ex calciatore argentino in merito a questi argomenti delicati, rilasciato a Calciomercato.com

“Dino è un ragazzo molto sensibile, le morti di Mihajlovic e Vialli in poco tempo lo hanno sicuramente scosso. Quando succedono queste cose ci si ferma a riflettere, ma io posso dire serenamente che non ho paura di morire.

All'epoca andava di moda la creatina, ce la davano perché dicevano serviva per recuperare più in fretta e gonfiava i muscoli. In quei momenti c'erano medici specializzati, io credo che nessuno ci avrebbe dato cose che avrebbero potuto mettere in pericolo le nostre vite. Se la creativa funzionava? Forse sull'immediato, ma alla lunga non credo proprio".

Sensini
Nestor Sensini, Roberto Mancini e Sinisa Mihajlovic 

Il chiarimento sull’utilizzo della creatina nello sport

Tali farmaci non sono considerati doping e quando il giornalista pone tale osservazione, Sensini dichiara: "Certo, che io sappia nessuna delle persone con le quali ho giocato ha assunto cose che non si potevano prendere; chi avrebbe rischiato di farsi beccare positivo ed essere squalificato?!".

LEGGI ANCHE: Per chi tifa Diletta Leotta? La regina di DAZN: "Simpatizzo per due squadre"

Didier Deschamps e il suo attacco all'Italia: "Fu avvantaggiata agli Europei, ecco perché"
Ziliani attacca la Juventus: "La Serie B sarebbe una grazia. Agnelli e la dirigenza hanno rovinato il calcio italiano dal 2010"

💬 Commenti